Crea sito


Acne ormonale tardiva femminile



Con questa pagina cerchiamo di fare un po' di chiarezza sul complesso tema dell'acne ormonale e sui mille rimedi che vengono proposti spesso in modo empirico.
L'acne ormonale e' una malattia infiammatoria cronico-recidivante della pelle che si manifesta prevalentemente con lesioni papulo-pustolose (volgarmente dette brufoli o foruncoli) in ragazze e donne adulte.

COME SI MANIFESTA L'ACNE ORMONALE?

A differenza dell'acne giovanile, che interessa tipicamente il periodo adolescenziale e colpisce indifferentemente maschi e femmine, l'acne ormonale interessa solo il sesso femminile e puo' perdurare per tutta l'eta' fertile della donna.
Si manifesta tipicamente con la comparsa di lesioni infiammatorie, specialmente sulla parte inferiore del viso (mento e zona mandibolare, ma sono possibili anche localizzazioni a tutto il viso, petto e dorso); tali "brufoli" sono spesso dolenti, arrossati, profondi "sotto pelle", e compaiono solitamente a ondate nel periodo premestruale o ovulatorio, per poi protrarsi per molti giorni.

QUALI SONO LE CAUSE DELL'ACNE ORMONALE?

La causa dell'acne ormonale e' da ricercarsi, com il nome stesso suggerisce, in un disordine degli ormoni sessuali.
Infatti i follicoli della pelle, le ghiandole sebacee, i capelli ed i peli reagiscono agli ormoni avendo degli specifici recettori.
Una eccessiva stimolazione ormonale puo' causare aumento della seborrea (produzione di sebo) con la conseguenza che la pelle risulta piu' grassa ed i capelli si sporcano piu' velocemente, i follicoli si riempiono di sebo che li ostruisce e la successiva proliferazione batterica ne determina la trasformazione in brufoli. Inoltre si puo' manifestare un aumento della caduta dei capelli, diradamento e riduzione del calibro (capelli piu' sottili) ed al contrario un aumento dei peli superflui.
Raramente tutto questo e' conseguenza di un problema ormonale importante, come una disfunzione di una o piu' ghiandole endocrine (ad esempio ovaio, surrene etc.) percio' e' molto importante in presenza di questi sintomi consultare il proprio medico curante che potra', se lo riterra' opportuno, consigliare degli accertamenti come esami del sangue, esami strumentali (sp. ecografie) e visite specialistiche (sp. ginecologiche, dermatologiche, endocrinologiche). Nella maggior parte dei casi invece il problema deriva da una semplice alterazione dell'equilibrio ormonale, derivante da una inadeguata attività sessuale, in donne geneticamente predisposte.
Infatti l'espressione e la sensibilita' dei recettori sono regolati, come accade spesso nei sistemi ormonali, dalla funzione con un meccanismo di feed-back e da un complesso di sostanze regolatrici.
Una scarsa o inadeguata attivita' sessuale determina una iperespressione e una ipersensibilita' dei recettori, con la conseguenza che i sintomi compariranno anche in presenza di un tasso ormonale ematico nei limiti della norma. Molte sostanze con azione regolatrice sono contenute nello sperma (ad esempio le ammine aromatiche spermina e spermidina, le prostaglandine, la serotonina, l'ossitocina etc.) e vengono assorbite durante i rapporti sessuali. E' evidente dunque che se i rapporti sono poco frequenti o se vengono utilizzati metodi contraccettivi di barriera che evitano il passaggio dello sperma, si determinano le condizioni per lo sviluppo dell'acne ormonale e di tutte le altre patologie correlate.

COME SI CURA L'ACNE ORMONALE?

Per il trattamento dell'acne ormonale sono stati proposti una quantita' di rimedi, tra i piu' usati ci sono gli antibiotici, topici e sistemici e gli antisettici (come ad esempio il benzoil perossido); gli antibiotici e gli antisettici agiscono contrastando l'infezione batterica dei follicoli, quindi eliminano una concausa del problema senza risolvere la causa alla radice. Ne consegue che i sintomi migliorano durante la cura ma si ripresentano nuovamente alla sospensione del trattamento, considerando anche che gli antibiotici sistemici non possono essere usati a lungo per i possibili effetti collaterali e quelli topici vanno rapidamente in contro a fenomeni di resistenza batterica. Lo spironolattone topico (Spiroderm) veniva consigliato da taluni come rimedio "miracoloso" ma i risultati sono in realta' molto variabili da persona a persona, inoltre tale prodotto non e' piu' in commercio in Italia, anche perche' aveva il difetto di un pessimo odore.
Secondo la medicina naturale e olistica la cura piu' efficace per l'acne ormonale e' rappresentata dallo sperma.
Per la medicina ufficiale la terapia principale e' la pillola anticoncezionale, che svolge due importanti funzioni:
1) riduce l'attività funzionale ovarica livellando gli sbalzi ormonali del ciclo
2) consente di avere rapporti sessuali non protetti da metodi anticoncezionali di barriera, e quindi di assumere una sufficiente quantità di sostanze regolatrici dallo sperma.
Oltre alla pillola vengono poi consigliati come coadiuvanti farmaci topici e sistemici e cosmetici funzionali.
Riepilogando dunque le regole per combattere l'acne ormonale:
pillola anticoncezionale (se non controindicata, su indicazione e prescrizione del proprio medico curante) e i prodotti topici prescritti dal vostro medico o dermatologo
regolare attività sessuale e regolare assunzione dello sperma.
alimentazione sana e bilanciata, evitare il fumo, bere abbondantemente.
Altri rimedi naturali sono alcuni prodotti che riducono l'attivita' della 5-alfa-reduttasi, un enzima che attiva gli ormoni a livello periferico. Tra i piu' noti ricordiamo il te' verde e i semi di zucca, altri prodotti naturali per uso topico o sistemico potranno esservi consigliati dal vostro naturopata.
Per finire ricordiamo che l'assestamento dei sistemi ormonali e' un processo lento e delicato. Se iniziate ad assumere la pillola e a seguire le altre strategie curative saranno necessari alcuni mesi (di solito tre o quattro) per avere dei benefici consistenti, poi solitamente si verifica una remissione pressoche' completa dei sintomi, a meno che non vi sia una fortissima predisposizione genetica.
Nelle donne che non possono assumere la pillola (ad esempio perchè controindicata o per scelta personale) l'assunzione dello sperma può avvenire attraverso i rapporti orali. La branca della medicina naturale che si occupa degli effetti benefici dello sperma è la Semeterapia

Informazione Sanitaria indipendente di Qualita' - certified ISQBoard 2016